info@consafe.it

05411648549

Ancora vittime in fabbrica

Ancora vittime in fabbrica

Tra indignazione e dolore in questi giorni abbiamo assistito agli ennesimi casi di morte sul lavoro; ad oggi le vittime in Italia sono circa 800 con un incremento del 32% sul 2021.

E mentre si parla di introdurre il reato di omicidio sul lavoro con un incremento delle pene fino a 18 anni di carcere per i datori di lavoro inadempienti, ricordiamo che una dettagliata redazione del DVR ha il compito di analizzare i pericoli dei processi lavorativi e definire le misure di prevenzione adeguate.

Quindi cosa è andato storto? Possiamo solo ipotizzare, relativamente al caso della donna di Piacenza, che il macchinario non fosse conforme alle normative applicabili.

Nello specifico, al punto 1.2.1 della Direttiva Macchine 2006/42/CE si parla di sicurezza ed affidabilità dei sistemi di comando. Il fine ultimo della direttiva è naturalmente di evitare situazioni pericolose in caso di guasti nel sistema di comando della macchina oppure a seguito di errori nella manovra da parte dell’operatore.

Per ottemperare al requisito suddetto, il fabbricante può ricorrere alla norma EN ISO 13849-1 che descrive il processo da seguire per la progettazione delle parti del sistema di comando che svolgono funzioni di sicurezza (interblocchi dei ripari, comandi di ripristino, arresti di emergenza, ecc.).

La mancata valutazione dei rischi e, in particolare, di quelli legati ai circuiti di comando con funzione di sicurezza non progettati correttamente, può portare ad avere una macchina non conforme, a volte causa di incidenti anche letali, ma anche blocchi della produzione, problemi legali e spese di adeguamento ingenti.

factory-engineer-operating-machines-in-industry-fa-2022-01-29-00-27-15-utc

Contattaci per un’analisi dello stato dei tuoi macchinari e verifica di conformità alle direttive e norme applicabili, per tutelare responsabilmente la salute e la sicurezza dei tuoi collaboratori.

info@consafe.it